Al MUBA si cresce a colori CategoriesLaboratori creativi

Al MUBA si cresce a colori

Artisti non si nasce, lo si può diventare fin dalla tenera età: è questa l’idea che anima “Colore. Giocare con la luce alla scoperta del colore”, la nuova mostra gioco realizzata al MUBA di Milano fino al 7 gennaio 2018 e dedicata ai bambini dai 2 ai 6 anni. Attraverso 4 grandi istallazioni curate da MUBA e dalla nota Colour Designer Francesca Valan con il supporto di alcuni professionisti del mondo dell’arte, dell’illustrazione e della fotografia, i giovanissimi potranno scoprire, giocando, i fenomeni scientifici che regolano la percezione del colore.

Un percorso coinvolgente e divertente – che vede giotto come colore ufficiale – pensato per avvicinare i più piccoli all’affascinante mondo del colore e della luce attraverso esperienze emozionali e sensoriali.

Siete curiosi di saperne di più? Diario Creativo vi svela tutti i dettagli di questo evento da non perdere.

Un viaggio alla scoperta del linguaggio del colore

Lo sapevate che in un bambino il riconoscimento dei colori costituisce l’ultima fase di sviluppo visivo, attorno ai 3 anni di vita? Prima la sua attenzione è catturata dalle forme. Questo significa che la capacità di utilizzare propriamente i colori non è un dono di natura, ma frutto di una corretta educazione. Come la musica, il colore ha infatti delle precise regole armoniche, ed è importante imparare a scoprirle fin dall’età prescolare. Inoltre, capire il linguaggio del colore insegna a guardare, offrendo quindi nuove chiavi di lettura della realtà.

Quattro sezioni interattive per giocare con i colori

La mostra-gioco si articola su quattro diverse installazioni, realizzate con il contributo di alcuni celebri artisti: dal fotografo Massimiliano Tappari ai creativi Mao Fusina e il duo Carnovsky, fino all’illustratrice Nina Cuneo.

Ciascuna installazione è dedicata a  un particolare aspetto del colore e della luce, con l’obiettivo, attraverso l’esperienza e il gioco, di scoprire e sperimentare i fenomeni scientifici che regolano questo particolare rapporto.

  • “Luce comanda color” è la prima installazione, dedicata alle diverse percezioni del colore: dodici grandi cilindri sospesi realizzati in tessuto, dove i bambini potranno sperimentare la relazione tra colore e luce.
  • “Esci dall’ombra” è il titolo della seconda tappa del percorso. Una grande scatola dove i piccoli avranno la possibilità di giocare con fasci di luci colorate, osservando e interagendo con la propria ombra colorata sulle pareti.
  •  “Che occhio!” è invece la terza installazione, dedicata a far capire come la nostra percezione del colore sia diversa da quella di altri animali. I bambini giocheranno a vedere la realtà con gli occhi di un pesce, di un cavallo, di un gatto e di tanti altri animali, scoprendo come uno stesso paesaggio possa essere percepito con colori molto diversi.
  • “Dove ti nascondi?” è infine l’ultimo momento della mostra, dedicato al concetto di “mimesi”: un’originale versione del tradizionale gioco “nascondino” all’interno di una seconda grande scatola sospesa e decorata con un paesaggio surreale e fantastico, che prende vita e cambia in base alla luce colorata utilizzata per illuminarla.

GIOTTO Colore ufficiale della mostra gioco Colore

Già presente al MUBA con GIOTTO Colore Ufficiale del centro permanente Remida e i DidòLab, FILA è al fianco anche di questo nuovo evento dedicato ai più piccoli con GIOTTO, Colore ufficiale della mostra gioco. Sostenere in modo concreto lo sviluppo creativo dei bambini è infatti una priorità per l’Azienda, ma anche un modo originale per avvicinare sempre più i genitori ai loro figli in uno spazio prestigioso come il MUBA, dove il gioco si fonde con la bellezza.

I biglietti sono acquistabili online

La mostra gioco sarà aperta fino al 7 gennaio 2018 ed è riservata ai bambini ai 2 a 6 anni, insieme ai loro genitori. Le visite durano circa 75 minuti ed è necessario prenotare. Potete visualizzare le disponibilità e acquistare i biglietti direttamente sul sito del MUBA.

Scorrete la photogallery per vedere in anteprima alcuni momenti della mostra gioco: