In viaggio con Diario Creativo CategoriesEducazione creativa

In viaggio con Diario Creativo

Le vacanze non sono poi così lontane, ma già vorreste riprendere in mano la valigia? Oppure, quest’anno trascorso l’estate a casa o poco lontano? In ogni caso, ogni motivo è valido per partire con la fantasia insieme a Diario Creativo! Ogni settimana una veloce clip video, da gustare insieme alla vostra famiglia, per scoprire da vicino alcune tra le meraviglie più celebri al mondo. Non aspettate oltre, mettetevi comodi e buon viaggio!

Un punto di vista d’eccezione

Siete pronti a calarvi nella profondità della grotta Chauvet, a salire tra le volte della Basilica di Assisi o a lasciarvi conquistare dai colori vibranti degli antichi affreschi di Santorini? Diario Creativo vi regala l’opportunità di ammirare queste opere d’arte da un punto di vista eccezionale: il #grandangolo di Stefano Zuffi

Ogni settimana potrete gustare un mini estratto dai video che accompagnano il corso “Opera – Architettura e arti visive nel tempo” edita da Rizzoli Education: l’occasione unica per osservare capolavori di valore inestimabile attraverso l’occhio esperto di Stefano Zuffi, il noto storico dell’arte. Che altro aggiungere? Buona visione!

Gli affreschi Akrotiri nell’Isola di Thera, Santorini. Grecia

Con il tour virtuale di oggi, Diario Creativo vi porta alla scoperta di un tesoro giunto fino ai giorni nostri solo a causa di un terribile terremoto che sconvolse l’isola greca di Santorini nel 1600 ac, costringendo la popolazione a lasciare l’area. Sull’insediamento non fu più ricostruita nessuna abitazione e questo permise agli archeologi, secoli dopo, di ritrovare i resti degli affreschi pressoché intatti: si trattò di un fatto di grande importanza per la storia dell’arte, dato che in generale la maggior parte del patrimonio pittorico greco è invece andato perduto.

A Santorini, invece, sono riemerse figure monumentali e nel video potrete ammirare la figura di un pescatore fortunato, ma anche la rappresentazione di una bellissima città con porto, testimonianza della gioia di vivere e della presenza attiva dell’uomo nel paesaggio e nella storia tipiche della cultura greca.

(Video e testi estratti da il #grandangolo di Stefano Zuffi, Rizzoli Education)

Le Storie di san Francesco, nella basilica superiore di Assisi. Perugia

Siete pronti per uno speciale viaggio nel tempo? Oggi, Diario Creativo vi regala un tuffo nel XII secolo, alla scoperta di uno dei più celebri capolavori dell’arte medioevale.

Scorrendo le immagini del video potrete giungere fino al 1290 quando, salendo per la prima volta sulle impalcature della basilica superiore di Assisi, Giotto ha di fronte a sé un’opportunità unica: raccontare le vicende di un Santo vissuto pochi decenni prima proprio in quel territorio. Il ciclo delle Storie di San Francesco rappresenta quindi una cronaca di persone e luoghi riconoscibili e reali.

Si tratta di una grande svolta nella storia dell’arte occidentale perché sancisce il passaggio dall’arte bizantina, riferita a situazioni consolidate nella tradizione iconografica, a una narrazione che si svolge nel presente coinvolgendo direttamente lo spettatore.

Il risultato che vedrete in questa video clip è una perfetta sovrapposizione di tempi e di spazi: l’interno e l’esterno della basilica si fondono, facendo sì che le storie di Giotto parlino lingua chiara, semplice, esplicita e comprensibile da tutti.

(Video e testi estratti da il #grandangolo di Stefano Zuffi, Rizzoli Education)

La Grotta Chauvet, Regione Rhône-Alpes. Francia

Oggi, Diario Creativo vi porta nelle regioni più meridionali della Francia dove, andando verso il confine con la Spagna, sono stati trovati i più antichi segni dell’arte, conservati in una serie di grotte e cavità naturali considerate per lungo tempo inaccessibili.

Si tratta di dipinti murali lasciati sulle pareti di roccia da artisti dell’epoca del Paleolitico, realizzati quindi oltre 30mila anni prima di Cristo. Sono rappresentazioni di animali reali: bisonti, cervi, cavalli selvatici… i nostri progenitori hanno raffigurato con l’ocra, con la terra, con i colori naturali, gli animali con cui si confrontavano tutti i giorni.

Le immagini che ammirerete in questo video mostrano uno stretto rapporto con il mondo naturale e con il mondo reale, che viene raffigurato con un’intensità straordinaria. Spesso sono state addirittura utilizzate le protuberanze e le rientranze naturali delle pareti rocciose per regalare a queste mandrie di animali selvatici un realismo di emozionante e travolgente energia.

(Video e testi estratti da il #grandangolo di Stefano Zuffi, Rizzoli Education)

 

Continuate a stare con Diario Creativo: in serbo per voi tante altre sorprese!